24 giugno 2009

vita da illustratrice psicotica

Il Lavoro (sì,quello con L maiuscola!) è finito da qualche tempo,ed io mi ritrovo nel limbo. Forse all'orizzonte ce ne sono altri due,ma niente di sicuro,tutti lavori scommessa: "Inizierà?quando? quanto riuscirò a ricavarne questa volta,e per quanto riuscirò a vivere con i frutti di questo lavoro?" Le domande imperative son sempre queste nella vita di un'illustratrice,sopratutto quando si trova in questo mondo da soli 2 anni,è quindi ancora una matricoletta! Però in fondo....è BELLISSIMOOO!!!!! Mi diverto da morire,nonostante lo stress da consegna le incomprensioni con il team e con i committenti,le notti in bianco e la tendinite ;P e' un lavoro discontuinuo e avventuroso,che non ti dà mai modo di annoiarti...almeno fin'ora,chissà magari è solo l'entusiasmo del principiante. L'unica cosa che lascia un pò tormento il limbo con cui ho introdotto il post. Questo periodo di transizione in cui non sai che ti aspetta e quando lavorerai di nuovo (a pagamento intendo,di lavorare un illustratore non finisce mai perchè se ti fermi troppo tempo perdi la "mano"e ti ci vuole una settimana per recuperare...esperienza personale! ;P).


(momenti del work-in-progress,ovvero le mie creature che prendono "vita" :o)



E visto che questo è in particolare un blog culinario vi lascio con la seconda parte dedicata alle mie torte tte per il fratello quanche tempo fà. Questa a parer mio è la più buona in assoluto quella che faccio sempre,perchè non tradisce mai!

Nonostante l'ingrediente principale che all'inizio fà un pò drizzare i capelli sopratutto per paura di conseguenze prossime ;P Rimane delicata e per niente sgradevole (ne prima ne dopo!). E' la mia super torta di cipolle!!!!
Torta rustica alle cipolle
  • per la pasta brisè
  • 125 gr di burro
  • 250 gr di farina
  • 75 ml d'acqua
  • 1 uovo
  • una presa di sale
per il ripieno
  • 1 kg di cipolle bianche
  • 4 uova
  • 4 cucchiai di parmiggiano
  • 3 cucchiai di panna fresca
  • 3 cucchiai d'olio
  • pepe nero
  • un pizzico di noce moscata
  • sale
1- Per la pasta: Fare la fontana nella farina e sistemarci al centro il burro ammorbidito. Lavorare fino a rendere il composto granuloso,con questo rifare la fontana e mettere al centro l'uovo l'acqua e il sale. Lavorare,ma non troppo, fino a rendere tutto omogeneo,fare la palla,avvolgerla nella pellicola trasparente e lasciar riposare in frigo prima dell'utilizzo almeno un'ora.
2- Per il ripieno: tagliare le cipolle a fette sottilissime e metterle in una padella capiente con l'olio,salarle e dopo averle fatte soffriggere brevemente coprirle con un coperchio e farle cuocere a fuoco basso,se si asciugano troppo aggiungere dell'acqua stando attenti che non si brucino ne imbruniscano. Farle appassire fino a poterle romperle con il cucchiaio di legno,devono diventare "una pappa".
3-Stendere la pasta in una teglia burrata ed infarinata e metterla nel frgiorifero per 1/2 ora. Far raffredare le cipolle,dopodichè mescolarli con le uova,le spezie,la panna e il parmiggiano.Versare il composto nella teglia,decorare con la restante pasta ed infornare a 180° per 45 minuti. Prima di sformarla lasciarla raffredare.